18 Agosto 2020
Vacanze: enogastronomia Made in Cuneo è richiamo irresistibile

Tre italiani su quattro in vacanza durante l’estate 2020 hanno scelto di visitare cantine, agriturismi, punti vendita aziendali e mercati per scoprire l’origine del buon cibo locale e fare incetta di prodotti a Km zero direttamente dai produttori, ottimizzando il rapporto qualità-prezzo. Secondo un’analisi Coldiretti/Ixè, è questo il trend delle vacanze estive, anche in Provincia di Cuneo, favorito dalla crescita del turismo di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori in alternativa alle destinazioni turistiche più battute per evitare pericolosi affollamenti.
“Si è verificata una svolta patriottica importante – dichiara Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo – in un momento in cui la mancanza quasi totale di turisti stranieri ha fatto venir meno una fetta importante della clientela particolarmente sensibile alla qualità e sostenibilità dell’alimentazione”.
Quest’anno il cibo – rileva Coldiretti – rappresenta per quasi il 18% degli italiani la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura, mentre per un altro 50% costituisce uno dei criteri su cui basare la propria preferenza. La ricerca dei prodotti tipici diventa, dunque, un ingrediente di grande rilevanza.
“Per la Granda è l’occasione di poter far apprezzare il suo grande patrimonio agroalimentare che vanta 11 produzioni a denominazione d’origine fra DOP e IGP, 18 DOC e DOCG che ricomprendono quasi 100 tipologie di vini, oltre a decine e decine di tipicità meno note ma di grandissimo valore, dalla carne ai formaggi all’ortofrutta: una biodiversità – sostiene Moncalvo – che è possibile conoscere e gustare grazie alle nostre aziende. Gli agriturismi Campagna Amica, ad esempio, sono stati scelti da molti turisti proprio per poter fruire di una cucina autentica e genuina, ma anche per poter scoprire la storia, la cultura e la tradizione che ogni prodotto racchiude”.
In un momento tanto difficile, acquistare eccellenze del territorio significa anche aiutare l’economia e l’occupazione locale e per questo Coldiretti continua la mobilitazione #MangiaItaliano a tutela del cibo tricolore.