7 Luglio 2021
Suini: prezzi inaccettabili, stop alle speculazioni

“È inaccettabile la speculazione in atto sui prezzi dei maiali riconosciuti agli allevatori piemontesi che non arrivano a coprire neanche i costi di produzione in forte crescita a causa anche dell’aumento dei costi relativi alle materie prime”. È quanto afferma Roberto Moncalvo Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo nel denunciare il comportamento di alcuni macelli che stanno unilateralmente tagliando i prezzi di ritiro dei suini.

“Non rispettare i prezzi della Commissione unica nazionale significa – prosegue Moncalvo – mettere a rischio l'intera filiera e grandi prodotti di qualità insieme a tutte le altre eccellenze della salumeria italiana che vale 20 miliardi di fatturato e centomila posti di lavoro. Ancor più con l’entrata in vigore dell’etichettatura, i nostri prodotti vanno tutelati e valorizzati per questo al Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli, e a quello dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, chiediamo al più presto di convocare un tavolo di filiera per rilanciare il settore e tutelare il reddito dei nostri produttori e per porre fine immediatamente a tali comportamenti scorretti”.

“La filiera suinicola cuneese – aggiunge Fabiano Porcu, Direttore di Coldiretti Cuneo – conta 800 aziende e quasi 900.000 capi, destinati soprattutto ai circuiti tutelati delle principali DOP italiane per la preparazione della miglior salumeria nazionale”.

 

APP Campagna Amica
Leggi tutti gli articoli

Leggi tutti gli articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi