10 Marzo 2020
Coronavirus: i supermercati scelgano il Made in Italy

Made in Italy sugli scaffali alimentari: è l’appello che Coldiretti lancia alla grande distribuzione commerciale affinché sostenga il consumo di prodotti locali, con la scelta di fornitori in grado di garantire la provenienza nazionale di alimenti e bevande. La richiesta Coldiretti nasce per sostenere l’economia, il lavoro e il territorio nazionali in un momento di grande difficoltà per il nostro Paese a causa dell’emergenza Coronavirus.

“Chiediamo a supermercati, ipermercati e discount presenti sul nostro territorio di aderire con atti concreti alla campagna di mobilitazione #MangiaItaliano che Coldiretti ha lanciato a livello nazionale, privilegiando negli approvvigionamenti sugli scaffali prodotti locali, dai salumi ottenuti con la carne dei nostri allevamenti alla frutta e verdura Made in Cuneo” dichiara il Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo Roberto Moncalvo, che fa appello al “senso di responsabilità per fermare le speculazioni in atto sulla domanda di prodotti agricoli e alimentari dopo la paralisi del turismo, i ristoranti vuoti, la chiusura forzata delle mense scolastiche e le difficoltà per l’export”.

Serve una mobilitazione dell’intera filiera per difendere la principale ricchezza del Paese che, con la filiera allargata dai campi agli scaffali fino alla ristorazione, vale 538 miliardi di euro pari al 25% del PIL e offre lavoro a 3,8 milioni di persone. Un patrimonio – sottolinea la Coldiretti – messo a rischio dall’espansione del Covid-19 che sta provocando gravi difficoltà produttive e logistiche.

All’iniziativa #MangiaItaliano, che vede schierati in prima linea i mercati degli agricoltori e gli agriturismi di Coldiretti Campagna Amica a sostegno del cibo e dell’economia locale, hanno già aderito molti volti noti della televisione, del cinema, dello spettacolo, della musica, del giornalismo, della ricerca e della cultura.